Rousham

Ancora Rousham, era già venuta fuori questa mia fissazione quando lessi Spirit – Garden Inspiration di Dan Pearson, anzi, addirittura andai a Roma a vederne la presentazione. È che quando piace una cosa, il pensiero casca sempre lì e si rinnova il piacere anche con chi ci sta attorno.
Un’amica mi ha mandato il link a questo video:

che è bello e abbastanza corto da essere visto per intero, ve lo consiglio.
Monty Don è uno dei presentatori di Gardeners’ World, un programma di giardinaggio che va in onda ogni venerdì sera su BBC2, ovviamente in Gran Bretagna. E il giardino di Rousham si presta moltissimo ad essere visto in movimento perché modella i suoi passaggi costantemente in contatto con ciò che lo circonda, sia il paesaggio che il percorso stesso, con i punti di luce, di ombra, di forte mistero o di fermo riposo. Si passeggia in modulazione con il suono – acqua, respiro, uccelli, vento -, la vista che via via si apre e si chiude con gli occhi che si abituano alla luce e al buio, il passo che incontra il suolo morbido, duro, scricchiolante, scivoloso, sicuro o incerto; a volte nella progettazione si lasciano indietro dei sensi, ma a Rousham li contiamo tutti e dialogano vivacemente fra loro. Spero ci siano molti progettisti che sacrificano un po’ delle suggestioni solo visive e bidimensionali, a favore di una spazialità complessa, meno digeribile nell’immediato e meno fotografabile, ma più appagante e misteriosa.

0 Responses to “Rousham”


Comments are currently closed.