Carlina acaulis

A Masino mi hanno regalato un “segnatempo”, vale a dire una Carlina acaulis.

Come potete leggere su Wikipedia:
“Le popolazioni rurali utilizzano questa pianta per le previsioni del tempo, infatti le squame del capolino si aprono a stella con tempo secco e si chiudono con l’umido (comunque si chiudono sempre dopo il tramonto del sole per riaprirsi al mattino successivo). Questo probabilmente per proteggere il polline dalla pioggia. I capolini hanno forti caratteristiche igroscopiche.”

Ho sempre desiderato seminare la Carlina e ora che ce l’ho accanto la tentazione è fortissima; chissà  che a gennaio, quando davvero deciderಠla nuova produzione, non abbia cambiato idea. In questi ultimi anni ho appagato il desiderio di grandi margherite con la Berkheya purpurea, una sontuosa sudafricana che fiorisce a intervalli successivi da giugno a ottobre.
Ma quanto sono belle le piante spinose, esagerate e cattive!

0 Responses to “Carlina acaulis”


Comments are currently closed.