Tag Archive for 'Royal Horticultural Society'

The Garden – RHS

Penso che se leggete questo blog sapete anche dell’esistenza della Royal Horticultural Society – per comodità RHS – il più importante ente no profit britannico per la buona pratica del giardinaggio; l’obiettivo fondamentale dell’associazione è aiutare le persone a condividere la passione per le piante, incentivare l’eccellenza nell’orticoltura e favorire l’ispirazione naturalistica. Potete leggere tutto, ma davvero TUTTO a proposito della RHS sul loro sito che è molto ben fatto, completo, vivace e soddisfacente. Naturalmente, essendo un’associazione, ci si può iscrivere e diventarne membri, quindi usufruire di numerose facilitazioni legate al mondo dei giardini e delle piante: ingressi privilegiati, sconti particolari, ma soprattutto ricevere ogni mese la rivista “The Garden”. È una pubblicazione piuttosto snella ma densa di notizie – per la verità inerenti allo sfaccettato, incredibile mondo del giardinaggio anglosassone – e contenuti abbastanza approfonditi e spesso inediti. Nel numero di dicembre dell’anno scorso ci sono un paio di articoli interessanti che potete leggere in formato pdf direttamente dal sito: uno riguarda i giardini nei territori di guerra (Afghanistan, Israele e Palestina) e un altro spiega come prendersi cura degli alberi appena messi a dimora. Penso infatti che la parte più valida della rivista siano proprio gli approfondimenti di tecnica del giardinaggio – ce ne sono molti fra i pdf scaricabili, se scorrete i vari mesi del 2013 ne troverete – che vanno sotto il nome di Garden practice. Perché imparare dai più bravi è bello.

pratica e sensibilità

In allegato al numero di aprile della rivista Gardenia è possibile acquistare il primo di due volumi de “La nuova enciclopedia pratica del giardinaggio”, la traduzione di un testo della Royal Horticultural Society del 2008, per un costo totale di 9,80 euro. Per ora l’ho solamente sfogliato, ma mi sembra una guida pratica ed esauriente delle principali tecniche di coltivazione sia delle piante ornamentali che dell’orto domestico. L’approccio è, appunto, esclusivamente tecnico, con numerosi disegni che illustrano passo passo gli interventi più comuni in giardino e qualche piccola fotografia di possibili realizzazioni.

Riporto qui (brevemente) il sommario, per dare un’idea degli argomenti trattati:

  1. Le basi del giardinaggio – conoscere il proprio terreno e imparare a migliorarlo
  2. Wildlife gardening – la fauna del giardino
  3. Coltivare le piante ornamentali – annuali, perenni, bulbose, alberi, arbusti, siepi, rose e rampicanti
  4. Coltivare ortaggi ed erbe aromatiche – le verdure dell’orto e le erbe aromatiche più conosciute
  5. Coltivare la frutta – i piccoli frutti: ribes, uvaspina, mirtilli, lamponi, more, fragole, uva e meloni

Nel secondo volume, che sarà allegato al numero di maggio, si parlerà del frutteto amatoriale, del prato, del giardino acquatico, della coltivazione di piante in vaso, in serra e delle tecniche di propagazione.

A mio parere è un buon volume, con un ottimo rapporto qualità/prezzo, che spiega in maniera dettagliata e scioglie i dubbi più diffusi del neofita. Naturalmente bisogna tener presente che si tratta di una enciclopedia di pratiche e tecniche colturali, non dà indicazioni progettuali, di gusto o di estetica, ma si occupa del mestiere del giardinaggio, una sorta di “alfabetizzazione verde” condotta seriamente. Per l’approfondimento artistico e storico c’è ROSANOVA, che nel numero di aprile ci mostra alcuni lavori di Dan Pearson, un paesaggista inglese contemporaneo che adoro per la grande e vera capacità e sensibilità di lavorare con la tavolozza degli infiniti verdi che si trovano in natura.

ps: e nella rubrica di Gardenia “il vivaio raccontato” ci siamo noi!